1 0 4000 1 https://www.showbeta.it 300 0

Etologia

in questo articolo si parlerà di etologia, ovvero  la psicologia animale

IL termine e il fondatore

Il termine etologia (dal greco ethos e logos, intesi come «carattere o costume» e «studio») indica la moderna disciplina scientifica che studia l’espressione comportamentale dell’animale e dell’uomo, seguendo gli stessi criteri con i quali viene condotta la ricerca in altri campi della biologia.
Konrad Lorenz, considerato padre fondatore della disciplina è stato uno zoologo ed etologo austriaco. È considerato il fondatore della moderna etologia scientifica, da lui stesso definita come «ricerca comparata sul comportamento». Nel 1973 la sua attività trova coronamento con l’assegnazione del Premio Nobel per la medicina e la fisiologia per i suoi studi sulle componenti innate del comportamento e in particolare sul fenomeno dell’imprinting nelle oche selvatiche.

i fondamentali  settori d’indagine dell’etologia

La ricerca scientifica ha permesso nel tempo una classificazione delle manifestazioni comportamentali degli animali e dell’uomo; tali manifestazioni sono convenzionalmente raggruppate all’interno di sistemi che racchiudono il fine ultimo dell’organizzazione comportamentale. Indipendentemente dall’evidenza o meno che la matrice dello specifico comportamento studiato consenta un’inequivocabile discernimento tra matrice innata o appresa, le sfere comportamentali oggi indagate sono:

  • Filogenesi, ontogenesi e actogenesi del comportamento;
  • Istinto;
  • Apprendimento;
  • Comportamenti sessuali;
  • Comportamenti riproduttivi;
  • Cure parentali;
  • Sviluppo comportamentale infantile e adolescenziale;
  • Organizzazione sociale;
  • Aggressività;
  • Rapporto col territorio;
  • Sistemi di comunicazione;
  • Cognizione ed emotività;
  • Stress e comportamento patologico;
  • Filogenesi dei comportamenti umani.

apprendimento

Il termine apprendimento, pur tenendo in considerazione la grande estensione che tale termine possiede in etologia e psicologia, è composto da una pluralità di meccanismi parziali, quali la recezione e l’immagazzinamento delle informazioni, cui l’individuo potrà fare ricorso per l’esecuzione di un’azione adeguata ( memoria) e che potranno anche essere trasmesse da una generazione all’altra. l apprendimento puó avvenire per : prova di errore , imitazione , assuefazione o per intuito

rapporto col territorio

Lo spazio fisico nel quale un animale vive è fondamentale ed ogni animale ha un rapporto particolare col proprio territorio, che solitamente è lo stesso per tutta la vita. Anche le specie migratrici hanno la tendenza a ritornare sempre nei luoghi dai quali sono partite. L’estensione del territorio varia in funzione di vari fattori. Un territorio individuale, solitamente, è più esteso di quanto sarebbe se fosse solo una parte di un territorio condiviso. Quindi due esemplari della stessa specie, se sono solitari, occupano una superficie maggiore di quella che sarebbe loro necessaria se vivessero condividendo (anche parzialmente) lo spazio. Inoltre una specie erbivora ha bisogno di meno spazio di una predatrice, e tra gli stessi predatori quelli apicali (come aquila o orso) hanno bisogno di un territorio maggiore rispetto ai predatori intermedi (come falco o lontra). Solitamente il territorio è difeso dal suo proprietario, e in caso di sconfinamenti si possono avere lotte che terminano solo quando l’invasore abbandona il campo.

ARTICOLO PRECEDENTE
Zoonosi
ARTICOLO SUCCESSIVO
Lo stress nei gatti